stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 22 Ottobre 2014

Tradizione e territorio: il successo di Dorelan

C'è una realtà, in Italia, che sembra essersi rialzata brillantemente dai colpi della crisi. Il franchising (come abbiamo raccontato in questo articolo) sta conoscendo una nuova fioritura, una crescita che lascia ben sperare per il futuro. Era il 2002 quando nasceva il primo monomarca Dorelan, azienda dal 1968 specializzata nella produzione del sistema notte. Oggi, a 12 anni di distanza e dopo l’avvio nel 2008 del progetto Dorelanbed, i negozi in franchising dell'azienda arrivano a quota 65 (con un aumento di fatturato che ha raggiunto un +18 % rispetto al 2013), grazie all’inaugurazione dell'ultimo punto vendita inaugurato il 19 ottobre a Bologna. Ne abbiamo parlato con Riccardo Tura, marketing manager del gruppo: uno sguardo al passato, uno al presente e uno al futuro di Dorelan, case history di successo ed esempio di franchising nel nostro paese.

Quali sono stati gli ingredienti che, nel corso degli anni, hanno portato il vostro gruppo al successo?
Una forte attenzione a ciò che è stato costruito nel tempo – alla nostra storia – e al luogo dal quale veniamo – il nostro territorio -, quello di Forlì, con le sue risorse professionali che abbiamo sempre cercato di valorizzare. Tradizione da un lato, quindi, e grande innovazione dall’altro, perché Dorelan ha sempre investito in sviluppo: i nostri prodotti sono frutto di nuove tecnologie e costanti ricerche, portate avanti con competenza, ma anche con tanta passione condivisa da tutte le persone che lavorano con noi.

Come si è evoluto il vostro brand in questi anni, relativamente alle nuove tecnologie web e social? Che strategie avete in mente per il prossimo futuro?
Negli ultimi cinque anni abbiamo investito molto in visibilità e in progetti social e web. Oggi è da qui che passa il contatto con il consumatore finale, che per noi è di fondamentale importanza. Oltre al sito dorelan.it, sono nati alcuni siti tematici: dorelanbed.it (dedicato ai negozi in franchising), dorelahotel.it con focus sul settore contract/hotellerie e flip-dorelan.it, per conoscere l’universo di Flip, un progetto unico in Italia che Dorelan ha appositamente ideato per il mondo dei più piccoli. Utilizziamo questi canali per informare il potenziale cliente sulla nostra offerta e sulla nostra filosofia aziendale. Attraverso i social, invece, comunichiamo e interagiamo con il pubblico, cercando un coinvolgimento il più diretto possibile. Per questo siamo presenti su Facebook, Twitter, LinkedIn, Youtube Instagram, Pinterest e Flickr, senza dimenticare il nostro blog: blog.dorelan.it. Senza anticipare nulla, ma prevediamo un ulteriore aumento di investimenti nella comunicazione social già dal prossimo anno con interessanti attività.

Il prossimo mese si terrà a Milano il Salone del Franchising: in questo periodo quindi tiene banco  questa tipologia di business, che potrebbe rivelarsi una delle migliori risorse per riuscire a sconfiggere la crisi. Lei cosa ne pensa? Quale player nel mondo del franchising, che esperienze ne avete tratto?
La nostra è stata una evoluzione: siamo passati da negozi monobrand a negozi in franchising. Un progetto che è partito 10 anni fa e che ovviamente è cambiato, migliorando nel tempo. Il franchising oggi è uno strumento importantissimo per avvicinare il consumatore finale al nostro prodotto. All’interno dei Dorelanbed cerchiamo di rappresentare al meglio il mondo Dorelan: il nostro sistema letto completo ma anche la nostra filosofia che è quella del “dormire bene per vivere meglio”. Per questo i consulenti dei Dorelanbed vengono formati direttamente in azienda. Il loro plus è la capacità di offrire al cliente una consulenza su misura perché non è detto che il letto più costoso sia anche il letto migliore: siamo tutti diversi, ognuno ha bisogno di poter costruire il proprio prodotto ad hoc, affidandosi però all’esperienza di consulenti altamente specializzati.

Il 19 ottobre ha aperto un vostro nuovo punto vendita a Bologna, il primo della città, ottavo della regione e 65esimo in Italia: che strategie di marketing state adottando, sia in generale che, nello specifico, nel pubblicizzare i vostri nuovi store? Avete in mente campagne specifiche in vista delle numerose prossime aperture?
Solitamente operiamo tramite due strategie: una nazionale, attraverso Tv, stampa e radio, e una di livello locale che utilizza quotidiani, radio cittadine e affissioni pubblicitarie. Ma soprattutto e sempre di più, comunichiamo tramite web e social network, con campagne AdWords e Facebook: questo per trasmettere non solo la notizia di una nuova apertura, ma soprattutto i valori del nostro brand. E sarà così che affronteremo anche le prossime aperture in programma a Cosenza il 31 ottobre e poi di seguito, tra novembre e dicembre, a Prato, Lucca, Pisa e Firenze.

Fabio Sarpa
@FabioSarpa

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net