stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 8 Aprile 2014

Una tecnologia dedicata al Libro

Il Salone Internazionale del Libro si apre alle nuove frontiere digitali. Dall'8 al 12 maggio al Lingotto Fiere di Torino dieci giovani start-up tecnologiche legate al mondo dell'editoria avranno infatti l'opportunità di partecipare gratuitamente a uno dei più importanti appuntamenti nel panorama del libro.

Le start-up, selezionate attraverso un bando online attivo dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai 'tradizionale' eBook. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’Area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale start-up generation.

Innovatività, uso originale delle tecnologie, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori sono i parametri usati per la valutazione. La aziende selezionate sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi, ovvero 20lines di Treviso (piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi), Bliu Bliu di Vilnius, Lituania (startup che si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile), JB Lab di Torino (che presenterà al Salone G.R.I.M.M. – Grow in MultiMedia, un e-book più applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età), MaieuticaLabs di Torino (che  ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado), Newscron di Lugano (start up svizzera che ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione), Pubcoder (azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo), SPAM di Milano (start up che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata), Timbuktu (azienda californiana che produce prodotti digitali innovativi per bambini), TwoReads di Venezia (start up specializzata in ricerca bibliografica intelligente) e Xoonia (azienda milanese che realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo).

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net