stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 28 Novembre 2012

Ascoltare il cambiamento

Cambiamento. La parola dell'anno. Usata come bandiera nella prima campagna elettorale dal presidente Obama è presto diventata la norma. Il tutto scorre di Eraclito è ormai prassi comune. Viviamo immersi in una sfida che spinge a un continuo cambiamento, che investe senza distinzioni ogni sfera. Soprattutto quella lavorativa. Se n'è discusso anche al Forum delle Risorse Umane che s'è svolto ieri a Milano. Unica la sfida per le aziende: assecondare l'onda del cambiamento che tutto investe e tutto travolge. Cambiare e riorganizzarsi. Questa la strada scelta anche dalla multinazionale  Carraro, protagonista dello speech di Stefano Carlin Business Director TNS Italia che ha presentato il 'caso Carraro' insieme a Mario Sgobbi,  HR Leadership and Culture Director di Carraro.

Prima di inaugurare un nuovo corso nei rapporti con i propri stakeholder, Carraro ha sviluppato un nuovo modello di valori aziendali, avviando in prima istanza un monitoraggio per valutare nella maniera più efficace il livello di commitment

“Il modello d’analisi di TNS, TRI*M Stakeholder Management System”, – spiega Stefano Carlin – “offre la possibilità di analizzare le componenti rilevanti del Commitment, sintetizzate in un indicatore single score confrontabile nel tempo. Inoltre identifica il ruolo dei valori, del loro endorsment e della loro capacità di guidare il Commitment. Evidenzia poi le aree di forza e di debolezza su cui agire con piani d’azione e workshop”.

“La nostra azienda ha deciso di intraprendere questo processo con forte determinazione e lo ha portato avanti con un elevato livello di coinvolgimento del Board e delle prime linee aziendali – ha aggiunto Mario Sgobbi, nella sua testimonianza. “Abbiamo ritenuto infatti che in un momento come quello che stavamo vivendo, la capacità di adattarsi e di riorganizzarsi sulla base delle nuove istanze che emergono, richiedesse alti livelli di commitment e di adattamento, che solo un’organizzazione coinvolta può consentire. Il livello partecipativo e la velocità di reazione al contesto sono critiche per il successo della nostra organizzazione”.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net