stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 18 Aprile 2014

Le opportunità della fatturazione digitale

Il digitale semplifica, abbatte i costi, aumenta l'efficienza, apre nuove opportunità. Il digitale sta rivoluzionando il modo di concepire l'acquisto e la vendita, con anche, ovviamente, tutto ciò che è nel mezzo. Magic Invoice nasce proprio per questo: da una giovane azienda nel lodigiano, la internet company Magellano S.r.L., arriva il nuovo software di fatturazione dedicato ad aziende e liberi professionisti. Un processo che va nella direzione indicato dall'Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano: un processo che, ha stimato l'ateneo milanese, potrebbe portare a risparmi per oltre 3 miliardi di euro nell'ambito della Pubblica Amministrazione.

Secondo lo studio grazie all’introduzione della fatturazione elettronica verso la PA si possono ottenere risparmi diretti di oltre 1 miliardo di euro l’anno, se consideriamo solo gli impatti interni alle PA, e circa 1,6 miliardi di euro l’anno considerando anche i potenziali effetti positivi sui fornitori della PA stessa. Ma nell’ipotesi che, a partire da questo obbligo, la fatturazione elettronica si diffonda anche solo nel 20% dei rapporti tra imprese si potrebbero conseguire recuperi di efficienza parti ad ulteriori 3 miliardi di euro per il Sistema Paese. Un valore che può crescere anche di circa quattro volte se la Digitalizzazione investisse non solo la fattura, ma tutti gli scambi informativi del ciclo dell’ordine. E che arriverebbe addirittura a 60 miliardi di euro di risparmi complessivi nel caso in cui l’adozione fosse estesa a tutte le relazioni tra gli attori economici del Paese, ovvero sia tra le imprese, che tra queste e la PA.

I benefici della fatturazione elettronica per la singola organizzazione variano da circa 2-4 euro a fattura, se si parla di fatture non strutturate (quindi non direttamente elaborabili dai sistemi di chi le riceve), a circa 5-9 euro a fattura in caso di interscambio di flussi di dati strutturati (in formato direttamente elaborabile dai sistemi informativi aziendali). Ma i benefici maggiori possono essere conseguiti attraverso la completa digitalizzazione del ciclo dell’ordine, che porta risparmi di costo compresi tra i 25 e 65 euro a ciclo per la singola organizzazione, cliente o fornitore. Quindi, secondo lo studio dell'università milanese, continua a crescere in Italia il numero di imprese che hanno intrapreso un percorso di digitalizzazione del ciclo ordine-pagamento. Qui si inserisce il prodotto dell'azienda lombarda: un software pensato, in questo caso, non per la pubblica amministrazione, ma per le aziende; una spinta che mira digitalizzare tutti i processi per snellire, economizzare, semplificare tutti i processi connessi alla fatturazione.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net