stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 12 Aprile 2016

When Business Meets Poetry

In occasione della mostra evento di Logotel, “Poetry – 21 words for.”, il 14 aprile imprenditori e manager di aziende nazionali e internazionali si incontrano negli spazi Logotel di via Ventura 15 a Milano per riflettere su come uscire dagli standard e tornare a creare emozione nei progetti.

Clienti sempre più indifferenti? Più le imprese accerchiano, bombardano i propri clienti, più i clienti sembrano non rispondere. È solo un problema di overdose, oppure il design – la progettazione – di ambienti, esperienze, comportamenti, contenuti, oggetti e servizi offerti punta solo a essere garanzia che tutto o quasi funzionerà? Viene offerta solamente una visione funzionale. Semplificazione, comfort, standardizzazione. Ecco cosa guida il “progetto”. Uniformità e aspettative livellate per produrre un continuum esperienziale stabile e continuo.
L’Impresa contemporanea tra esigenze di globalizzazione, gestione della complessità, consumerizzazione e sostenibilità economica alla fine rischia di produrre e quindi offrire “esperienze impoverite” che non destano attenzione e non muovono emozione nei clienti e nei loro collaboratori. Le imprese si trovano spesso a non essere più in grado di creare poesia, emozioni (poesia dal greco ποίησις, poiesis, come creazione del differente e del nuovo).
 
Uscire dalle formule e dagli standard ha a che fare con l’originalità, con la riscoperta del fattore emozionale. Nasce per rispondere a questa provocazione l’evento business “Progettare Emozione – When Business Meets Poetry” che la service design company Logotel organizza nel pomeriggio di giovedì 14 aprile a partire dalle 14,30 presso la sua sede di via Ventura 15 a Milano Lambrate. L’evento è un appuntamento che si rinnova da 5 anni nel quadro del progetto culturale Horizon che raccoglie iniziative dedicate a esplorare futuri orizzonti tra avanguardia e concretezza, tra design e impresa.
L’evento, che è su invito ed è rivolto a un pubblico di executive e manager di importanti aziende nazionali e internazionali, mira a esplorare le profonde connessioni tra il mondo del business, del design e della poetry per ispirare e infondere nel “progetto” vita, bellezza e significato. Per condividere parole, sintassi, e linguaggi capaci di dire di più.
 
Nicola Favini, Direttore Generale e Manager of Communities di Logotel e Cristina Favini, Strategist & Manager of Design di Logotel e Project Manager della mostra-evento “POETRY – 21 words for.”, in qualità di chairman dell’evento, accompagneranno i partecipanti all’interno di un percorso diviso in tre momenti e in tre “ROOM” differenti per scoprire come la poetica e le emozioni sono il risultato di uno spiazzamento, per scoprire come il linguaggio trasforma e conversare sulla poetica del business oltre che alla pratica del business… Con speaker di comprovata esperienza come Gianluca Alderuccio, Laura Bartolini, Daniele Cerra, Giuliano Favini, Mariagrazia Gasparoni, Antonio Russo e designer e ospiti internazionali come Choi + Shine, Morten Grønning, Tomas Kral, Michiel Martens, Arno Mathies, Ted Wiles.
L’evento business è inserito tra gli appuntamenti della mostra “Poetry – 21 words for.” che si tiene dal 12 al 17 aprile nel circuito Ventura Lambrate della Milan Design Week.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net