stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 1 Luglio 2013

CrowdRoaming: Share Your Mobile Traffic

Condividere con gli altri ciò che non ci serve, prendere dagli altri ciò di cui abbiamo bisogno. E questo non solo nella vita reale, ma anche nel mondo virtuale: è infatti questo il concetto alla base della nuova app CrowdRoaming, disponibile per smartphone Android e scaricabile da oggi su Google Play, applicazione che permetterà a chi naviga da smartphone di condividere una porzione della propria connettività dati inutilizzata con i turisti che visitano la loro città, e ovviamente di farsi ricambiare il favore all'estero.

Secondo gli ultimi dati Audiweb di marzo 2013, gli italiani che accedono a internet da dispositivi mobili sono oltre 17 milioni, spesso collegati in ogni momento della giornata. Tuttavia ciò risulta difficile all'estero, poiché una volta lasciata l'Italia intervengono gli alti costi per il roaming. CrowdRoaming è la app nata proprio per risolvere questo problema, consentendo a quanti utilizzeranno l’app di mettere a disposizione dei turisti che visiteranno il loro paese una parte di dati mobili per connettersi facilmente, gratuitamente e in tutta sicurezza. In cambio, gli utenti potranno ottenere gli stessi vantaggi durante i propri viaggi all’estero. Per fruire di questo servizio è sufficiente scaricare l’app CrowdRoaming, che, utilizzando unicamente un software che trasforma uno smartphone in un hotspot mobile pubblico, cerca automaticamente altri device ai quali collegarsi durante l’esecuzione in background.

“La condivisione è oggi quello che una volta era il possesso, e la popolarità di servizi come Couchsurfing o Airbnb è ìn continua crescita. Con CrowdRoaming, gli utenti non solo evitano costi molto elevati ma fanno anche un favore ad altre persone”, ha dichiarato Homayun Zahidi, CEO di CrowdRoaming.com. “Con CrowdRoaming volevamo unire la filosofia della condivisione con la nuova tecnologia mobile, e siamo molto orgogliosi del risultato. In futuro, la tecnologia consentirà di sviluppare altri servizi P2P per il mondo mobile. Gli smartphone con CrowdRoaming possono comportarsi, per esempio, come hotspot per tablet o PC che abbiano difficoltà di collegamento. Inoltre, questa tecnologia può essere utilizzata per connettersi in tutta sicurezza al router che abbiamo in casa, o per offrire un accesso a Internet facile e sicuro a quanti visitano la nostra città, ad esempio, per un evento”.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net