stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 18 Settembre 2013

Entertainment&Media, Lights and Shadow in Italy

Nonostante la crescita dei media e dell'intrattenimento, trainata soprattutto dal mobile, l'editoria continuerà a soffrire. Luci e ombre, quindi, per  il mercato entertainment&media in Italia: lo afferma l'ultimo rapporto PwC presentato ieri a Milano, 'E&M Outlook in Italy 2013-2017', che diffonde infatti per il 5° anno i dati relativi a 12 segmenti del mercato: Film Entertainment, Television, Recorded Music, Radio, Out-of-Home, Internet, Newspaper Publishing, Consumer Magazine, Business to Business, Consumer and Educational Book, Video Games e Gaming.

Nel 2017 l’industria dei media e dell’intrattenimento in Italia raggiungerà 56,2 miliardi di euro, rispetto ai 48,4 miliardi del 2012, con un tasso di crescita medio annuo 2013-2017 pari al 3,5%; in particolare, il settore potrà contare sui 7,1 miliardi di euro dell’advertising e sui 49,1 miliardi derivanti dalla spesa dei consumatori finali. Entro il 2017, il digitale rappresenterà il 31% del mercato totale dei media e dell’intrattenimento italiano, raggiungendo un valore di oltre 17,4 miliardi. L’accessibilità anche in mobilità (nel 2013 più del 50% della popolazione accederà attraverso mobile; nel 2017 circa l’85%) a qualsiasi tipo di contenuto web modifica sia la modalità che i tempi di accesso e di consumo dei contenuti: il consumatore oggi è dinamico e molto volatile, il perimetro del mercato è ampio ed incerto. Gli operatori tradizionali competono anche con operatori nativi digitali che giocano il loro ruolo confermando l’importanza dell’evoluzione tecnologica ma anche dei contenuti offerti.

La spesa totale nel 2012 ha subito un calo del 5,1%. Tale andamento è dato dalla componente advertising, che ha registrato un -11,4%, e da quella end user spending, -4,0%. Tuttavia, nel 2017 la spesa totale si attesterà a circa 56,2 miliardi, facendo registrare un CAGR, nel periodo 2013-2017, pari a 3,5%. L’end-user spending rappresenta la componente a maggiore crescita, con un tasso annuo medio ponderato del 3,8%, principalmente guidata da broadband e mobile internet access, online, wireless e video games, e telematic gaming. Tale crescita porterà ad un valore dell’end-user spending, nel 2017, pari a circa 49,1 miliardi. La componente advertising passerà dai ?6,6 miliardi del 2012 ai circa ?7,1 del 2017 (CAGR 1,4%). In particolare Internet advertising, che comprende la componente digitale dei segmenti Television, Newspaper Publishing e Consumer and Educational Book e Business-to-Business, influenzerà i trend dei segmenti del mercato pubblicitario E&M; la crescita della raccolta pubblicitaria su internet si avvantaggia anche delle potenzialità del second-screen.

Già da qualche anno, i social network (parte del segmento Internet) hanno valorizzato alcuni contenuti televisivi sul web, trasformandoli in contenuti 'social' generati dagli utenti. Tali contenuti, quindi, creano vantaggio in termini di raccolta pubblicitaria ma non solo, soprattutto agli operatori del segmento internet e molto meno ai broadcaster. Nell’ambito della raccolta pubblicitaria digitale, a crescere di più nei prossimi anni sarà l’online Television advertising (CAGR 2013-2017 pari a 29,1%), seguita dall’online advertising di Internet (16%) e dall’online Consumer magazine advertising (13,5%). Il segmento tv, nel suo complesso, assisterà ad una crescita del 2%, fino a raggiungere un valore di circa ?8,3 miliardi nel 2017 con una crescita dell’advertising pari al 2,9% e, per la componente end user spending, pari all’1,4%. I segmenti che soffriranno di più saranno quelli dell’editoria: al primo posto i Consumer Magazine, per i quali è prevista una riduzione del 5,8%, seguiti da Newspaper Publishing e Consumer and Educational Book che avranno una contrazione nel periodo 2013-2017 pari,  rispettivamente, a 4,2% e 1,9%.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net