stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 4 Marzo 2013

Etihad cerca un posizionamento globale

Continua la rincorsa di Etihad a Emirates. Le due compagnie del Golfo Persico condividono infatti ilo posizionamento nella fascia superpremium, e puntano sulla qualità e il 'lusso' dei loro servizi. Benchè Emirates (di proprietà del Fondo Sovrano del Dubai) stia tuttora sopravanzando la compagnia la compagnia degli EAU, tuttavia i risultati di bilancio di Etihad mostrano numeri in forte crescita. Nello scorso anno Etihad ha triplicato gli utili rispetto all'anno precedente, portandoli a 42 milioni di dollari rispetto ai 14 registrati nel 2011. Anche il fatturato ha registrato un notevole incremento, portandosi 4,8 miliardi di dollari, con un +17% rispetto all'anno precedente. A trainare il crescente successo della compagnia, nata nel novembre del 2003, è stato sicuramente l'aumento dei passeggeri saliti del 23 per cento su base annua oltre quota 10 milioni. I vari accordi di code-sharing firmati nell'ultimo anno con alcune compagnie aeree europee hanno aumentato il bacino di utenza dell'azienda in europa, aumentandolo di 1,2 milioni di viaggiatori; Etihad nel nostro continente può vantare accordi di code-sharing con Air France, Air Berlin, Air Malta, Aer Lingus, TAP Portugal, Czech Airlines, Flybe e Alitalia. Proprio in relazione alla nostra compagnia di bandiera si era parlato molto, a inizio anno, dell'azienda araba: infatti Etihad sembrava intenzionata, nel corso di questo gennaio, ad acquistare Alitalia, in collaborazione con il maggiore azionista, Air France (che possiede il 25% della nostra compagnia). James Hogan, presidente e ceo di Etihad Airways, ha poi smentito, nel corso della conference call del 4 febbraio sui risultati 2012, qualsiasi interessamento della propria compagnia ad una eventuale acquisizione di Alitalia. A conferma della volontà di crescita in tutto il mondo da parte della compagnia, non vi sono solo gli accordi e le partecipazioni in molti vettori internazionali, ma anche, per la prima volta, una campagna di branding globale.

Etihad si rilancia quindi con una nuova campagna advertising di calibro internazionale. Partita il 3 marzo con il suo nuovo spot televisivo, la campagna sarà incentrata sul concetto di cliente come 'ospite' (il claim infatti recita 'The world is our home, you are our guest') della compagnia aerea, che trae ispirazione dalle bellezze naturali per offrire ai propri 'invitati' i migliori momenti esclusivi del settore. Questa è la prima grande campagna realizzata dalla compagnia negli ultimi tre anni: ideata dall’agenzia internazionale di pubblicità di Etihad Airways, la M&C Saatchi, è stata prodotto dalla Rogue Films di Londra. David Edwards ha diretto lo spot, girato ad Abu Dhabi, Bangkok, Praga e Sydney tra metà dicembre 2012 e metà gennaio 2013; colonna sonora, il classico di Bobby Darin, 'Beautiful Things'. “È la nostra prima campagna pubblicitaria in molti anni” ha dichiarato Peter Baumgartner, Direttore Commerciale di Etihad Airways. “Avendo concentrato la nostra attenzione sull'innovazione del prodotto e sull'eccellenza del servizio, i tempi sono ormai maturi per una dichiarazione chiara e diretta del nostro brand al mondo. Non si tratta di un esercizio di rebranding, bensì di una continuazione della storia del nostro brand attingendo ai valori della nostra casa madre Abu Dhabi ma anche a stimoli e ispirazioni provenienti da tutto il mondo.”

Fabio Sarpa

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net