stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 10 Giugno 2015

Fashion & eCommerce

La moda è uno dei maggiori settori in crescita, all'interno del panorama dell'ecommerce. Proprio il settore del commercio può rivelarsi in futuro uno dei maggiori driver di crescita: a sottolinearlo è stato il settimo appuntamento del NetcommCommerce, ciclo d'incontro mensili organizzati dal Consorzio Netcomm con il supporto di Showroomprive.com e focalizzati su alcuni dei temi più rilevanti nel panorama degli acquisti digitali.

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano, dopo un incremento del 16% nel 2014, l’eCommerce in Italia registrerà un’ulteriore crescita del 15% per il 2015, che porterà il mercato a superare quota 15 miliardi di euro. L’Abbigliamento si colloca tra i comparti maggiormente in crescita rispetto al 2014 registrando un incremento del +23%, secondo solo all’Informatica (+26%) e di poco superiore all’Editoria (+21) e al Grocery (+22%). “Il comparto dell’Abbigliamento nel mercato eCommerce italiano continua a registrare risultati positivi, passando dal 14 al 15% del totale,  con il turismo che continua a mantenere  una posizione privilegiata, occupando una porzione pari al 37%” commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm. “L'Italia è conosciuta nel mondo per i suoi prodotti di abbigliamento, calzature e accessori di design.  La moda nel suo intero rappresenta una delle eccellenze assolute del nostro Paese e attraverso il commercio elettronico può incontrare tecnicamente una platea composta da oltre 1 miliardo di consumatori che abitualmente compra online. Si tratta di persone affascinate dal Made in Italy in tutte le sue sfaccettature, e di ben 4,2 miliardi di individui che quotidianamente sono su internet. Significativo, infine, il fatto che nello scorso anno 2014 in Italia nell’online si è registrato un incremento del 25% proprio di acquisti di moda”.

Durante l’evento si è discusso con esperti del settore dei diversi aspetti e opportunità che caratterizzano il comparto della moda in relazione all’eCommerce, analizzando i diversi modi in cui le aziende del fashion possono approcciarsi all’online e ascoltando le testimonianze di alcune best practice che operano in questo ambito. A guidare la discussione e stimolare il confronto tra i partecipanti in questa occasione sono intervenuti: Virginia Hernández, International PR Manager & Business Developer Showroomprive.it, Andrea Bosio, Founder Zero11, Silvia Costa, Responsabile Comunicazione, Le Pandorine. “La moda è il settore principale su cui si focalizza il business di Showroomprive.it” commenta Virginia Hernandez, International PR Manager and Business Development di Showroomprive.com. “Il nostro modello è quello delle flash sale, offriamo brand di fascia alta a prezzi scontati fino al 70%. Siamo il secondo player europeo in questo settore, con un fatturato di 480 milioni di euro nel 2014, presenza in 8 paesi europei, per un totale di 20 milioni di utenti di cui 2,3 in Italia. La nostra utenza è composta per il 70% da donne, in buona parte lavoratrici, che hanno uno o due figli e trovano nello shopping online un alleato per soddisfare le proprie esigenze di acquisto soprattutto in termini di risparmio di tempo e denaro. Professionalità, innovazione e agilità sono le caratteristiche che ci hanno permesso in poco tempo di diventare una grande realtà internazionale. Le nostre vendite vengono pubblicate contemporaneamente negli otto Paesi in cui siamo presenti, questo fa si che per i nostri brand siamo diventati anche uno strumento di marketing, molti di loro ci utilizzano per testare l’andamento di determinati prodotti e tendenze all’interno dei vari mercati”.

Andrea Bosio, responsabile del business development di zero11.it afferma: “L’offerta fashion online, sebbene sia caratterizzata da una grande competitività, presenta opportunità nuove che possono essere sfruttate da tutti i player in una nuova logica di “Share to sell”. La chiave per il successo delle imprese fashion è saper integrare fra loro i canali di vendita e distribuzione in maniera sinergica gestendo l’intero ciclo di vita del prodotto. L’obiettivo di incrementare le vendite deve rispettare i vincoli, spesso in antitesi, di tenere ridotte le scorte, aumentare la disponibilità di prodotti online, garantendo consegne rapide e dando la certezza dell’acquisto ai consumatori. Raggiungere questi obiettivi è possibile solo grazie ad un “remix del proprio business” in ottica B2B/B2C che consenta l’integrazione real time tra i diversi attori (dal brand prodotto ai marketplace e ai siti di private sale). La nostra piattaforma Rewix, espressamente sviluppata per il fashion, con l’esperienza brandsdistribution.com, leader mondiale nella distribuzione on line B2B di abbinamento e accessori scontati, permette la condivisione di prodotti real time in una logica “peer to peer tra piattaforme collegate”. La piattaforma Rewix, sfruttando contemporaneamente canali online e offline, permette la gestione di tutto il ciclo di vita del prodotto fashion e consente alle imprese che la adottano di raggiungere gli obiettivi, rispettando i vincoli. Grazie a strategia e tecnologia, il business remix non solo è possibile, ma è vincente”.

“Le Pandorine nasce come un brand tradizionale focalizzato su un prodotto fortemente emozionale e la prima finestra sul digitale si apre nel 2012 con la nascita del sito e-commerce” commenta Silvia Costa, Responsabile Comunicazione. “Le Pandorine Il primo anno di vita del sito è stato un periodo dedicato principalmente allo studio del comportamento degli utenti. Durante lo stesso anno abbiamo iniziato a gestire internamente la nostra pagina Facebook, questo ci ha permesso di creare un rapporto molto più diretto ed emozionale con i nostri clienti. La nostra pagina Facebook oggi non ospita solo i commenti dei nostri fan ma, oltre a svolgere una funzione di customer service, accoglie i post dei nostri stessi rivenditori, diventando così per loro un grande strumento di visibilità.  L’anno della svolta è stato il 2014, quando lo store online diventa un mezzo starategico per incrementare le vendite e abbiamo iniziato a strutturare una strategia di comunicazione basata su SEO, AdWords, social ADV e newsletter. Nel 2015 abbiamo operato il restiling del sito che oggi per noi rappresenta anche un laboratorio, un luogo in cui sperimentare nuove idee e l’andamento di nuovi prodotti, come ad esempio il nostro nuovo brand SelfieBag”.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net