stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 1 Settembre 2014

Google, scompare l’Autorship

Niente più paternità per gli scritti che finiscono in rete: Google ha infatti deciso di dire addio all'Autorship, ovvero a quella funzione nata per la personalizzazione dei risultati con il nome dell’autore (o della testata) riconducibili a un ben preciso profilo Google+ tramite la scritta “di (Nome Autore o Testata)”, dotata di collegamento ipertestuale al profilo e, in alcuni casi, della fotografia.

A comunicarlo è un post rilasciato sul social del gruppo da John Mueller, webmaster trends analyst, che sostiene come sia “stato interessato a questa funzione fin da quando abbiamo iniziato a provare l’evidenziazione degli autori nei risultati di ricerca. Abbiamo ricevuto molto riscontro da ogni categoria di Webmaster e utenti e abbiamo modificato, aggiornato e affinato il riconoscimento e la visualizzazione delle informazioni sugli autori. Purtroppo abbiamo anche osservato che questa informazione non è utile ai nostri utenti come avevamo sperato e, anzi, può addirittura distrarre, rispetto ai risultati di ricerca. Con tutto ciò in mente abbiamo preso la difficile decisione di dismettere la visualizzazione delle informazioni sull’autore nei risultati di ricerca”. Come infatti hanno rilevato i ricercatori di Big G, che per qualche ora hanno provato a togliere manualmente la funzione, non riscontrando alcuna diminuzione di traffico ne di click sulle pubblicità.

Secondo alcuni osservatori le ragioni risiedono nell'insuccesso del social network: ormai in tantissimi, infatti, avrebbero abbandonato Google+, e dunque sarebbero energie sprecate quelle dedicate alla funzione Autorship. Secondo Forbes, dopo la decisione sulla funzione Autorship, il prossimo passo a Mountain View potrebbe essere proprio l'eliminazione del social network, che non sembra aver rispettato le attese e che, anzi, è considerato da molti un vero e proprio flop. Quelli di Search non sembrano invece aver dato molta importanza alla notizia, nonostante la dettagliata cronistoria della funzione. Tuttavia gli esperti del magazine tengono a sottolineare che la scomparsa dell'Autorship non porta alla scomparsa del ranking degli autori: tolto l’Authorship, il ranking dell’autore resta e dunque gli autori dovranno comunque puntare (secondo l’ottica frontale di Google) alla qualità dei propri scritti.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net