stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 9 Gennaio 2017

Happy Birthday iPhone

Happy Birthday iPhone

10 anni fa, questa mattina, in una San Francisco molto meno tecnologica, uno degli uomini più importanti della storia tecnologica moderna annunciava la nascita di uno dei prodotti più rappresentativi. Oggi si festeggia infatti una decade di iPhone, a poco più di 5 anni dalla morte del suo inventore, Steve Jobs. “Abbiamo reinventato il telefono” affermava il genio di Apple quella mattina di 10 anni, riuscendo forse a prevedere in che misura lo smartphone sarebbe diventato importante nelle nostre vite di tutti i giorni, una volta reso intelligente e connesso. “Io pattino dove il disco sta andando, non dov’è appena stato” diceva il manager concludendo la sua presentazione, facendo capire molto chiaramente quanto sia stata efficace la sua filosofia di ‘precursore dei tempi’.

“Chi è stato un adolescente qualche tempo fa, non potrà dimenticarlo: restare al pc voleva dire occupare la linea del telefono” racconta La Stampa, parlando dei maggiori cambiamenti portati dall’iPhone nelle nostre vite. “Conclusione: urla della mamma, del papà e nel caso gran litigi con fratelli e sorelle. Circa l’85 per cento degli italiani aveva già un cellulare, ma sorpresa, si poteva usare giusto per telefonare e mandare i messaggini. La banda larga? Era un lusso che si potevano permettere due famiglie su dieci, mentre oggi sono quasi sette su dieci. Se oggi sei italiani su dieci sono collegati via smartphone sempre e dovunque, dieci anni fa erano meno del 10 per cento. Nel 2009 meno dell’1 per cento del traffico virtuale passava per tablet e smartphone, lo scorso anno invece ha sfiorato il 40 per cento. Poter tenere il mondo in una tasca ha portato anche a un’altra piccola rivoluzione, quella dei servizi di instant messaging. Per intendersi WhatsApp – nato nel 2009 e inglobato nella galassia Facebook tre anni fa – e simili, diventati in dieci anni appendice indispensabile per il 70% per cento degli utenti. Nel 2007 erano appena il 22 per cento.

Quando Steve Jobs presentava al mondo intero l’iPhone e la sua visione rivoluzionaria, la stragrande maggioranza degli italiani – il 77%, sempre secondo l’Istat – stava al pc per inviare o ricevere e-mail. Oggi invece oltre la metà sta sui social network. Se siamo sempre stati in fondo alle classifiche internazionali per la diffusione di Internet – anche oggi con il 63% siamo sotto la media europea che sta al 73 per cento, secondo il rapporto Digital 2016 di We are Social -, siamo tra i più entusiasti utenti di Facebook. La media globale sta al 31 per cento, quella italiana al 47 per cento. Passiamo in media quattro ore al pc, due con lo smartphone e altre due ore e mezza in compagnia della tv. Che un italiano su quattro ha iniziato a guardare anche sul web. Altro boom: lo shopping online. Nel 2007 solo il 23 per cento si dedicava all’e-commerce, ora siamo oltre il 50 per cento. Acquistano con un clic più gli uomini delle donne e solo il 20 per cento fa shopping via smartphone. Ma tra dieci anni, c’è da scommetterci, saranno molti di più”.

 

Fonte immagine: The Verge

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net