stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 3 Novembre 2014

Il parcheggio, una questione di smartphone

Chi vive in una grande città lo sa benissimo: il parcheggio è un incubo. Dall'appuntamento di lavoro al cinema (magari già prenotato), dal semplice giro in macchina all'agognato ritorno a casa, la mancanza di parcheggio e il proprio livello di stress sono intimamente correlati. Prova a risolvere la situazione Parkey, la prima applicazione (gratuita) dedicata, tramite geolocalizzazione, alla ricerca, alla prenotazione e al pagamento del parcheggio.

L’applicazione è sviluppata su piattaforme iOS e Android e funziona in modo semplice e intuitivo grazie al Bluetooth. PARKEY geolocalizza l’automobilista, individua le autorimesse più vicine a lui o alla destinazione programmata. Per ogni autorimessa visualizza una scheda con tutte le informazioni per prenotare (come le tariffe, gli orari e tutte le indicazioni utili) e per scegliere anche dei servizi aggiuntivi, come ad esempio il lavaggio dell’auto. Selezionata l’autorimessa indica la strada più veloce per raggiungerla e una volta arrivati, basta un tap per entrare e un tap per uscire. Il pagamento avviene attraverso la carta di credito, inserita all’avvio dell’applicazione e le autorimesse, presenti nel sistema, garantiscono a tutti gli utenti dell’app le loro migliori tariffe.

“Abbiamo creato uno strumento che elimina lo stress della ricerca del parcheggio” ha dichiarato Alex Pallotti di Cloud Park srl. “Oggi già molti settori gestiscono la mobilità attraverso le app, esempi sono la prenotazione di voli, treni, alberghi. Parkey nasce da un’intuizione ed è stata disegnata da un team di professionisti in grado di garantire i più alti standard di sicurezza. La sua realizzazione ad oggi non è solo unica, ma risponde anche a una reale esigenza”. Milano, che a breve ospiterà Expo, oggi è la città scelta per il lancio di questa app, che verrà presto introdotta nelle principali città italiane ed europee. A Milano il 30% del traffico è generato dalla ricerca di un parcheggio: basti pensare che ogni giorno in città entra oltre un milione di automobili. E seppure le condizioni di mobilità della metropoli siano in costante miglioramento, si stima che ogni anno i cittadini passino circa 80 ore in coda.

“APA che rappresenta le autorimesse più significative di Milano, dopo aver seguito lo sviluppo ed aver valutato approfonditamente la valenza di Parkey, ha giudicato l’iniziativa di primaria importanza” afferma Stefano Martarelli, Presidente APA – Confcommercio. “I parcheggi in struttura svolgono un’indispensabile funzione di pubblica utilità e di supporto al miglioramento della qualità della vita, contribuendo al decongestionamento e alla fluidificazione del traffico. Confidiamo che PARKEY, grazie alla gratuità, all’intuitività ed alla semplicità di utilizzo, incentivi un maggior utilizzo delle autorimesse da parte degli utenti, riducendo il numero di veicoli in sosta su strada e restituendo così in tutta la città spazi da adibire alla mobilità sostenibile. Confidiamo, inoltre, che l’assoluta novità di PARKEY, “solletichi” l’orgoglio dell’Amministrazione Comunale, così che Milano, prima tra le metropoli, inauguri a breve il pagamento di Area C con un semplice click”.

PARKEY è costruita con una tecnologia all’avanguardia predisposta per poter integrare al suo interno, a seconda degli sviluppi, più funzioni: ad esempio potrebbe essere uno strumento di supporto alle Autostrade nei servizi di accesso e pagamento; per gli automobilisti potrebbe contenere informazioni per ricordare la revisione auto e pagare direttamente il bollo, l’assicurazione e, nelle città con aree a traffico controllato, come Area C, potrebbe gestire il pagamento di quest’ultima all’interno dell’app. “Milano può contare su una vasta dotazione di posti auto in autorimessa” dichiara l’Assessore alla Mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran. “Ben vengano tecnologie che consentono agli automobilisti di muoversi meno e meglio in città, contribuendo a decongestionare il traffico e a ridurre le emissioni inquinanti”.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net