stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 6 Giugno 2014

La pubblicità ai tempi di YouTube

È stata una vera e propria rivoluzione nel mondo della fruizione dei video: è infatti sin dalla sua nascita YouTube è entrata in competizione con il mondo della televisione, sia dal punto di vista dei contenuti che, di conseguenza, della pubblicità. Per indagare le nuove opportunità di comunicazione per i brand nell'era del video sharing Google ha commissionato a Ipsos la ricerca YouTube Global Audience, presentata al Teatro Franco Parenti di Milano ad oltre 150 aziende.

Chi sono gli utenti di YouTube in Italia? Secondo la ricerca di Ipsos, il 39% ha tra i 18 e i 34 anni, il 51% ha più di 35 anni; il 71% è sposato o convive, e 7 su 10 svolgono un’attività lavorativa; inoltre, l’80% degli utenti YouTube si collega a Internet ogni giorno. L'alta possibilità di connessione è un fattore dominante per l'utente italiano: infatti, il 66% utilizza abitualmente uno smartphone (rispetto al 40% dei non utenti), il 26% utilizza un tablet (rispetto al 19% dei non utenti), e più in generale gli utenti YouTube sono 2,4 volte più propensi a utilizzare più dispositivi. Non solo: il 57% degli utenti YouTube è solito pubblicare commenti e fare recensioni su blog e forum, il 49% è solito condividere i video che ha visto, e il 56% parla con i propri amici di ciò che ha visto su YouTube. Parlando del confronto diretto con il mezzo televisivo, i contenuti disponibili su YouTube sono ritenuti più originali di quelli che si vedono in TV dal 56% degli intervistati, mentre il 45% dichiara che, per la propria generazione, YouTube è addirittura più importante. I dati evidenziati dalla ricerca confermano come YouTube sia diventato un punto di riferimento non solo per perseguire le proprie passioni o svilupparne di nuove, ma anche per rimanere in contatto con gli altri utenti e con i brand.

Dal 2006 a oggi sono moltissimi i marchi che utilizzano la piattaforma per creare nuove opportunità di relazione con i consumatori attraverso nuove logiche di engagement. Come dimostra l’indagine condotta da Ipsos, il 41% degli intervistati vorrebbe che più marchi utilizzassero la piattaforma per condividere video relativi ai propri prodotti e servizi e il 40% vorrebbe vedere una maggiore collaborazione tra le star di YouTube e i brand. Se il 90% degli intervistati conosce gli annunci ignorabili presenti su YouTube, il 58%, stimolato da questi annunci, ha scelto di visionarlo o cercato maggiori informazioni in merito. In particolare, il 20% ha cercato e visto un video correlato al brand  pubblicizzato; il 33% ha cercato più informazioni online; e il 33% ha visitato il sito del brand. “Le piattaforme digitali hanno ormai riformulato le tradizionali logiche di relazione azienda consumatore” dichiara Paola Scarpa, Brand Sector Director di Google Italy. “YouTube è già un grande alleato di molti brand che hanno colto l’opportunità di distinguersi con modalità di comunicazione innovative e con un utilizzo della piattaforma in tutte le sue diverse potenzialita’, con ritorni concreti in termini di business e di brand awareness”.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net