stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 27 Maggio 2016

LovBy, The Social Reward

Un tempo era semplice passaparola. Oggi si chiama influence marketing, una nuova disciplina della comunicazione che sta rompendo tutte le regole del social advertising. Ormai online non si acquista più il prodotto meglio pubblicizzato, ma quello che ha ricevuto le migliori valutazioni dagli altri utenti. E proprio qui nasce LovBy, una nuova piattaforma Made in Italy che connette aziende e brand lover, coloro che fino ad oggi pubblicizzavano gratis il proprio brand preferito, e che oggi possono ricevere premi per i vantaggi portati all’azienda, diventando così ambasciatori del proprio brand.

Come funziona? Tutte le persone che entrano nella piattaforma e si iscrivono con uno o più profili social diventano influencer e potenziali Brand Lover. Tuttavia, ognuno avrà uno score di influenza diverso in funzione della propria attività social. Un algoritmo proprietario esaminerà i profili dell’utente (Facebook, Instagram, Google +, Twitter etc.) misurando amici, contatti, follower, like, condivisioni, visualizzazioni, la frequenza di utilizzo e l’interazione che è in grado di generare all’interno di più network. Il social rank valuta non solo il reach ma soprattutto la risonanza dell’utente. Più le sue interazioni generano consenso, più lo score sarà alto e maggiore sarà la valorizzazione della sua attività. In base allo score, gli influencer su LovBy vengono classificati in “Top”, “Master”, “Senior” e “Start”. L’azienda crea e propone un LovBy, ossia una missione che desidera far compiere al Brand Lover, che può essere social (su Facebook, Twitter, YouTube etc.), dalla condivisione di un post alla partecipazione a un evento, e non social, dalla prova di un prodotto a un acquisto a condizioni privilegiate, e stabilisce quanto remunerare l’attività del Brand Lover per ogni LovBy eseguito e andato a buon fine. Il Brand Lover, a sua volta, sceglie a quali LovBy aderire in base al livello di gradimento del brand o a quanto è coinvolto in quella missione; a ciascun LovBy corrispondono dei Lovies, ovvero dei punti che l’utente guadagna per ogni missione sviluppata e che può convertire in moltissimi premi, riscattabili, in ogni istante, nella “Boutique Premi” sulla piattaforma.

Sarà l’azienda a stabilire quanto premiare il Brand Lover per ogni LOVBY e il budget che vuole spendere, dal quale verrà detratto solo il costo delle missioni verificate, fino al suo esaurimento. L’azienda paga solo l’azione diretta e non quella virale scatenata dalla missione.
Del budget definito dall’azienda, LovBy deciderà di convertirne una parte in Lovies e la restante corrisponderà al proprio margine di profitto, che aumenterà o diminuirà in base al livello di successo della missione. LovBy colpisce un nuovo mercato, puntando sull’utente medio di Internet, che ha l’opportunità di essere trattato dal brand che ama come una “celebrità”. Con LovBy, gli utenti sperimentano un nuovo livello di loyalty verso i brand preferiti grazie ad attività che amplificano impegno, empatia e passione reciproci. I brand lover condividono quello che amano, un minimo comune denominatore che è diventato il payoff della piattaforma: “Share What You Love”, e instaurano con i marchi un rapporto affettivo e genuino, non più passeggero, ma stabile e duraturo, distante dalle strategie tradizionali del marketing basate sulla “caccia alla preda”. Anche le aziende possono ricavare diversi benefit da questa nuova tecnica di marketing dal momento che un commento, una recensione e una valutazione positiva da parte dei Brand Lover hanno un valore decisamente superiore rispetto a strumenti di pubblicità tradizionali e/o sponsorizzazioni che spesso e volentieri non vengono prese in considerazione o rischiano di essere addirittura bloccate.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net