stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 16 Gennaio 2017

On Demand Economy Revolution

On Demand Economy Revolution

Mai come ora nel mercato domanda e offerta riescono a incontrarsi con così tanta facilità e semplicità. Il tutto, grazie ovviamente al web, alle piattaforme informatiche, ai siti web dedicati, ai servizi di settore, ai social e tutto il resto. Un fenomeno ampissimo da indagare, a cui Fazland ha dedicato la guida scaricabile On Demand Economy Revolution, indagando sull’impatto che questo nuovo aspetto della rivoluzione digitale sta avendo su professionisti e aziende, in termini di fatturato e volumi di produzione.

L’analisi è stata effettuata nel corso del mese di settembre 2016 e ha analizzato le quasi 10.000 richieste indirizzate dagli utenti a liberi professionisti e aziende sulla piattaforma di Fazland. Lo studio analizza la diffusione attuale dell’On Demand Economy in Italia, in cui i settori maggiormente coinvolti sono quello relativo alla casa con ben l’88% di richieste di preventivo a professionisti specializzati attraverso la piattaforma, al quale segue il settore eventi. Nel settore casa spicca l’area traslochi con il 26% di richieste di preventivo, per il settore eventi al primo posto con il 31% si posiziona l’organizzazione di eventi. Dall’analisi emerge che gran parte delle richieste di preventivo, il 92% viene indirizzata alle aziende, mentre l’8% ai liberi professionisti.

Secondo l’analisi effettuata un’azienda può ottenere grazie ad una piattaforma di on demand economy oltre 60 mila euro in più sul fatturato semestrale e un libero professionista 3.600 a semestre. Il maggior numero di preventivi viene richiesto in Nord Italia, con il 43%, seguito dal Centro con il 31% e infine il Sud con il 25%.


Nelle province italiane i servizi maggiormente richiesti sono quelli per la casa.  Secondo le previsioni, l’utilizzo delle piattaforme di on demand economy, non solo ridurrà la disoccupazione, ma contribuirà all’aumento del PIL mondiale del 2% l’anno entro il 2025. La parte iniziale della guida è scaricabile gratuitamente, per approfondire in maniera dettagliata lo studio ed ottenere informazioni circa la stagionalità delle richieste e i singoli servizi richiesti è possibile inserire la propria e-mail e procedere al download  a questo link https://www.fazland.com/on-demand-economy-ebook.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net