stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 29 Maggio 2014

Rai, è scontro con YouTube: via i video dal network

Il matrimonio tra Rai e YouTube sembra avere ormai le ore contate: si inseguono infatti sulle agenzie di stampa le notizie sulla rottura dell'accordo tra l'azienda di via Teulada e il servizio di Google, che quindi dal 1° giugno vedrà scomparire i tantissimi video (oltre quarantamila caricati in alta definizione) proprietà della Tv di stato italiana.

Il Dg della Rai, Luigi Gubitosi, sembra infatti non voler rinnovare l'accordo che lega le due aziende fin dal 2008: accordo che a oggi prevede un pagamento, da parte di Google, di oltre 700mila euro in cambio del caricamento di 7mila video l'anno; una cifra pattuita a prescindere dal numero di click, con l'azienda americana che ha sempre mantenuto per se i ricavi provenienti dalla pubblicità. Pare che proprio alla base della rottura (come riporta il quotidiano Il Sole 24 Ore) ci sia stata la volontà della Rai di introdurre “Rai pubblicità” quale società per incassare gli introiti pubblicitari dei banner che compaiono nei video; introiti che, appunto, fino a ora sono andati esclusivamente alla società americana. Un'opzione che Google non avrebbe gradito, e che quindi sembrerebbe aver fatto saltare l'accordo.

È molto probabile che quindi da ora la Rai toglierà tutti i video caricati dal proprio canale (e forse, in caso di scontro aperto, tutti i milioni di video caricati dagli utenti) per pubblicarli poi sul portale RaiTv, da ora in avanti vero punto di riferimento per la presenza digitale della Tv di stato; questa mossa, secondo gli analisti, potrebbe portare addirittura a raddoppiare gli introiti dell'azienda grazie a traffico e pubblicità. Una storia che, come scrive il quotidiano, ricorda quella di Mediaset, che già qualche anno fa aveva dichiarato guerra aperta a YouTube, controllando con un proprio team tutto ciò che succede sul sito e segnalando ogni violazione di copyright tutte le volte che un video preso dalle proprie reti finisce sul network. Una guerra che forse ha intenzione di intraprendere anche la Rai.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net