stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 2 Aprile 2014

Social Media Marketing World 2014

Sono 4 i punti salienti usciti durante il Social Media Marketing World di quest'anno tenutosi a San Diego, in California. Punti che, secondo il relatore Michael Stelzner, guideranno il marketing di quest'anno; una presentazione con qualche riconferma ed alcune novità, che ha tenuto alto l'interesse degli addetti ai lavori provenienti da oltre 40 paesi di tutto il mondo. Presentazione ha cui ha assistito anche Evan Prokop, di cui ha scritto il focus sul magazine Top Rank.

Il boom del visual content
Dai famosissimi meme alle infografiche, dalle immagini di Instagram a quelle di Facebook, le immagini stanno sempre più tenendo banco per la comunicazione di tutti i brand, grandi o piccoli. Il contenuto visivo sarà il vero re del marketing del futuro; futuro che inizia da ora, da questo 2014 in cui i social network, ormai tra i maggiori media della comunicazione, la fanno da padrone. Stelzner ha anche sfatato l'equivoco comune sulla difficoltà e sul dispendio di risorse per creare questi contenuti visivi: in realtà tutto ciò è molto semplice, come dimostrano i contenuti virali che in questi anni stanno facendo la storia, e come conferma anche il dato rivelato da Social Media Examiner, secondo cui il 70% dei marketer prevede di destinare maggiori risorse alla creazioni di immagini durante quest'anno.

Il dominio del blogging
Il business blogging ha visto crescere enormemente i propri numeri nel corso di questi anni, e tutti i segnali indicano che questo trend continuerà nel corso del 2014. A differenza delle pagine social dei brand, un blog aziendale rimane una piattaforma prettamente personale, di marca, che molto più efficacemente può fare da perno, da fulcro per il brand rispetto ai profili social. L'originalità dei contenuti rimane, secondo gli addetti ai lavori, la più importante risorsa per il business aziendale; e scrivere su un blog rimane un ottimo modo per parlare direttamente al consumatore con un'unica voce, quella del brand.

Google+, da ghost town a metropoli
Il social network di Google ha avuto un inizio un po' difficoltoso, tant'è che da molti è stato addirittura definito come 'città fantasma'. Tuttavia, è passato un bel po di tempo dai stentati primi passi del social, e già ora sembra che il trend stia invertendo rotta. In particolare, come ha sottolineato Stelzner, gli aggiornamenti del Newsfeed di Facebook (con conseguente pagamento per ottenere risultati apprezzabili) rendono Google+ una vera e propria boccata di aria fresca per i marketers. Tutto questo può rendere il social una piattaforma organica in cui i marchi che creano e promuovono i contenuti migliori otterranno migliori risultati; al contrario di Facebook, dove attualmente solo il 6% dei post dei brand entrano nel vostro Newsfeed senza che i proprietari della pagina abbiamo pagato.

Sempre più podcast
Partendo dall'esempio di come il podcast, usato primariamente come mezzo per aumentare le registrazioni al suo evento, sia diventata poi una delle più importanti risorse della sua azienda, Michael Stelzner ha spiegato le estreme potenzialità di questa tecnologia. “Gli ascoltatori di podcast sono dei super-fan” ha sostenuto durante l'SMMW, mostrando come il 75% degli scaricatori di podcast dell'evento sia anche abbonati al blog, e come il 26% di loro abbia poi partecipato all'SMMW. Uno dei maggiori vantaggi consiste nel raggiungimento del pubblico in momenti poco accessibili da altri canali; come, ad esempio, in macchina. Lo stesso Stelzner ha predetto come presto tutti i veicoli avranno un supporto a questa tecnologia, rendendo così il podcast un'occasione d'oro per il marketing delle imprese.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net