stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 30 Ottobre 2012

Terrificanti dolcetti per Halloween

Halloween qualche anno fa esisteva solo al di là dell'Oceano e nelle puntate speciali dei Simpson e degli altri telefilm. La notte delle streghe l'avevamo vista solo nello storico speciale di Paperino alle prese con la strega Nocciola con Qui, Quo, Qua vestiti da diavoletti e spiritelli o lì, nel grande campo di zucche, dove Linus aspetta ancora di incontrare il Grande Cocomero.

Poi la globalizzazione ha fatto il resto, in un proliferare incontrollato di feste a tema con l'onnipresente maschera di Ghost Face ereditata dalla serie di Scream. E se i porporati e i curati di campagna si scagliano dai loro pulpiti contro la festa pagana per eccellenza, il marketing da sempre ne cavalca la lunga onda arancione come una zucca.

In America spopolano gli spot a tema, a dominare sono senza dubbio i brand di caramelle e dolciumi, i 'dolcetti' di cui i giovani fanno incetta intimando il loro 'trick or treat' nella notte della questua porta a porta.

Nella notte in cui a dominare incontrastata è la zucca intagliata di Jack O'Lantern, protagonista del doodle animato che Google gli ha decicato l'anno scorso, è tutto un trionfo di licantropi, vampiri e zombi.

Ma sono gli gli spot della Snickers firmati da BBDO che si sono meritati il loro spazio nella storia e gloria dell'advertising, con uno stile onirico che sembra sgusciar via da un film di Tim Burton, condensando in pochi secondi un piccolo film a tema con tanto di colpo di scena finale. Così, dopo la premiatissima e angosciante campagna di qualche anno fa, che conquistò anche un oro a Cannes nel 2007, mostrando piccole e agghiaccianti copie degli adulti alla porta, ecco che quest'anno tocca alla “Testa senza cavallo”.

I piccoli divoratori di ipercaloriche barrette potranno scoprire che fine ha fatto la parte mancante del “cavaliere senza testa”, protagonista dell'immaginario del terrore da sempre, a cui Burton ha dedicato anche uno dei suoi film più apprezzati, quel mistero di Sleepy Hollow con il suo attore feticcio Johnny Depp.

Ma il primo posto spetta alla donna nel supermercato, degna di comparire in un episodio della lunga saga di Saw l'enigmista. Criticata dalla stampa specializzata, resta uno degli spot più spaventosi mai trasmessi.

Volutamente scorretti, come questo qui, che riecheggia le atmosfere del villaggio dei dannati.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net