stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 2 Luglio 2014

User Generated Design, la moda si fa social

Quasi fossero scintillanti e luccicanti vetrine, i social network stanno rivoluzionando anche il mondo della moda. Dalle passerelle e queste piattaforme il passo sembra essere veramente breve, e infatti gli atelier di tutto il mondo stanno aprendo le porte ai clienti digitali: così come sta facendo YNot?, che ha deciso di interpretare e rinnovare il proprio marchio con un nuovo esperimento di User Generated Design, rivolgendosi ai giovani creativi italiani per realizzare una speciale linea in edizione limitata.

Per qualsiasi marchio, in ogni settore, è diventata imprescindibile la presenza sulle principali piattaforme digitali e social network, con il risultato evidente di una maggiore partecipazione da parte degli utenti. Soprattutto nel mutevole e dinamico mondo della moda, le idee si rincorrono sul web e le opinioni si amplificano fino ad arrivare direttamente ai vertici aziendali, che si affidano a un nuovo linguaggio per comunicare con il pubblico: la condivisione. Il progetto di YNot? è partito lo scorso 20 giugno con il digital contest La borsa YNot? che vorrei! e mette in palio, oltre alla riproduzione dei progetti vincitori su un modello di bag YNot?, un soggiorno a New York, capitale mondiale della moda.

“Negli ultimi anni il nostro settore ha cambiato volto, passando dalle esclusive maison e dai prestigiosi atelier agli affollatissimi Social Media. Al tempo stesso anche il mercato si è trasformato, e con esso sono mutate le esigenze dei consumatori, sempre più attenti al brand e consapevoli dei propri gusti” racconta Giorgio Gioshi, CEO di Ynot?. “Il progetto che stiamo portando avanti è la sintesi di una nuova vision aziendale, che coinvolge direttamente e attivamente gli utenti nell’evoluzione della nostra brand identity. I fan digitali sono il nostro nuovo pubblico, è a loro che un marchio moderno deve rivolgersi”.

A soli dieci giorni dall’inizio di questa esperienza, il sito dedicato al contest ha registrato oltre 45.000 visualizzazioni e la pagina Facebook di YNot? è stata visitata da oltre 1,5 milioni di utenti. Sono più di 2000 i candidati che hanno già preso parte all’iniziativa, che terminerà il 10 luglio per la presentazione dei progetti e il 20 per le votazioni. E se anche la Milano Fashion Week e tutti i marchi che vi hanno preso parte sono stati comunicati nel mondo con quasi 200 mila tweet utilizzando l’hashtag #MFW, è segno che anche la moda, da sempre abituata a dettar legge piuttosto che subirla, è pronta a riflettere ancora una volta l’epoca in cui opera e seguire le regole di una nuova dieta digitale che tutto sembra tranne che una “moda passeggera”.

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net