stay

updated!

Vuoi rimanere sempre aggiornato

sulle news di MyMarketing.net?

* Campi obbligatori

Cliccando su "Iscriviti" dichiaro di aver letto e accettato l'Informativa Privacy

stay updated!

Pubblicato: 11 Novembre 2014

Vip sulle due ruote

Nei giorni che stanno vedendo EICMA protagonista a Milano, i dati relativi alle vendite di moto parlano piuttosto chiaro: a fronte di una crescita delle vendite mondiali delle due ruote del 39%, l'Europa fa registrare un -54% nella produzione, con un -52% in Italia, il primo produttore del vecchio continente. Tuttavia, la moto rimane un must nell'immaginario collettivo, che seduce ogni giorno dalla gente comune ai vip più famosi. Secondo una ricerca condotta dall’Associazione Donne e Qualità della Vita della Dott.ssa Serenella Salomoni, su un campione di 500 persone tra 18 e 50 anni, il 63% degli italiani possiede o ha avuto una moto. Prevedeibilmente, gli uomini sono la maggioranza con una percentuale del 64%, ma il 36% di donne evidenzia come anche l’altra metà del cielo non voglia più limitarsi a sedersi alle spalle cingendo la vita del proprio accompagnatore. Per quanto riguarda le motivazioni, ecco la prima sorpresa: in vetta con il 27% delle preferenze degli intervistati c’è il desiderio di emulare i vip, soprattutto internazionali, per i quali la moto sta diventando un vero e proprio status symbol.

Ecco allora che tra le vie di Milano, per l'appunto in questi giorni il fulcro del motociclismo mondiale, è facile incontrare, tra una registrazione e l’altra del suo nuovo album in uscita nel 2015, uno dei cantanti più amati dalle nuove generazioni, Marco Mengoni che sfreccia a bordo della sua Bonneville in versione speciale nero mat. Anche  la bellissima Maddalena Corvaglia non è da meno con una vera e propria passione per le naked, in particolare le Ducati Monster con cui si muove prevalentemente in città. Nella lista delle star nostrane, non poteva certo mancare Jovanotti, che alla moto vi ha persino dedicato una delle sue prime canzoni. Per il cantante romano, “la moto è libertà”, e non è un caso che sia stato visto più volte in compagnia del grande Valentino Rossi. Se i vip Made in Italy interessano, sono le celebrità straniere a conferire a questo mezzo un alone di grandiosità aggiunta. Dall’uomo più sexy del pianeta Ryan Raynold, fanatico delle vacanze in motocicletta a Orlando Bloom, da Keanu Reeves, Bradley Cooper a Ben Affleck, l’elenco è infinito, ma per alcuni non si tratta solo di un passatempo. Tom Cruise e David Beckham sono grandi amici e insieme hanno appena aperto un motor club riservato ai vip. I candidati non mancano e già fanno la coda: Ewan McGregor, John Travolta, Nicolas Cage, Brad Pitt e George Clooney. Tutti vogliono far parte di questo club selezionato battezzato Midnight Boys Bike Club i cui membri possono circolare solo di notte per evitare di essere perseguitati dai paparazzi.

Il neo sposo George Clooney, condividerà con la moglie Amal Alamuddin, la sua grande passione per le moto: in particolare la sua Harley-Davidson customizzata da 24.000 dollari su cui è stato visto spesso per le strade di Los Angeles e sul lungolago di Como. Anche Brad Pitt, storico amico di George, non vuole essere da meno e possiede diversi modelli; dalla BMW R1150GS Adventure alla Triumph Bonneville, passando per la Yamaha R1 e YZF R6, fino alla Royal Enfield bullet 500. Dulcis in fundo, anche le donne vogliono la loro parte. E se la cantante Sheryl Crow trascorre le domenica in sella, la popolarissima Paris Hilton ha trasformato la passione in businnes. L’ereditiera più famosa del mondo ha più volte dato prova di non temere di apparire provocatoria. Nel corso di un’edizione degli American Music Awards a Los Angeles Paris ha fatto un ingresso trionfale sul palcoscenico sulla sua nuova moto personalizzata. Realizzata apposta per lei dalla Beverley Hills Choppers, questa moto rosa era coperta di Swarovski e costa la bellezza di 250.000 dollari. Inoltre, ha associato il proprio nome al team della 125 catalano BQR SuperMartXé VI, tutto rigorosamente, rosa.

Emulare il vip, ma non solo. Tra le altre motivazioni che spingono gli italiani verso la motocicletta, segue a qualche lunghezza di distanza (24%), il desiderio di libertà. L’auto, infatti, è percepita sempre di più come una scatola chiusa, la moto, invece, complice l’aria sul viso e la maggiore maneggevolezza, è associata a una sensazione d’indipendenza. Sul gradino più basso del podio con il 21,5 % delle preferenze, si piazzano delle ragioni pratiche, ovvero le difficoltà nel muoversi nel traffico e nel parcheggiare nelle grandi città. Le due ruote a motore, infatti, sono più maneggevoli e facili da sistemare, anche se richiedono una grande attenzione da parte del guidatore. Appena fuori dal podio, con il 15,3% delle preferenze, una ragione molto più sociale. Per questi intervistati, il primo obiettivo è quello di fare colpo. Che si tratti di una nuova conquista o del proprio partner, il motociclista ha un potere seduttivo che non si vuole sottovalutare. Chiude, in quinta posizione, con il 12,2% una motivazione strettamente collegata alla precedente e alla percezione di se stessi. Lo stare seduto su una moto, indossare una tuta e un casco, aumentano l’autostima. Ci si sente belli, affascinanti e, in un periodo di crisi costellato da drammi e incertezze, non è poco!

newsletter

* Campi obbligatori

newsletter

* Campi obbligatori

MyMarketing.net